Scienze motorie e sportive


Dipartimento di Scienze motorie e sportive 
 

Dati aggiornati all’a.s. 2019/2020

 

 

Componenti:

Carla Bono, Simonetta Di Cesare (Coordinatrice e Referente Gruppo Sportivo), Maurizio Pandolfo, Brunella Piccionello (Referente Progetto “Sci & Natura”), Paola Tranchina

L’insegnamento delle Scienze motorie rientra nel piano di studi delle classi del Primo, del Secondo Biennio e dell’ultimo anno di corso; per tutte le classi l’orario settimanale è di due ore.

I docenti del Dipartimento elaborano la programmazione disciplinare, le griglie di valutazione, il regolamento delle aree scolastiche utilizzate per le attività sportive e le modalotà di esonero; tutti i documenti sono consultabili in allegato, secondo la scansione dell’anno scolastico di riferimento.

Lo sport è parte integrante del percorso formativo, con la cultura del movimento intesa come un fattore di crescita sociale, culturale e civile. Lo sport diventa, pertanto, uno strumento di prevenzione della dispersione scolastica e promozione di corretti stili di vita. Esso si caratterizza come un volano per l’inclusione e la diffusione della cultura del rispetto. Il M.I.U.R. ha quindi promosso varie azioni e iniziative al riguardo, di cui è possibile trovare tutti i riferimenti nel portale dedicato: “Sport a Scuola.
Nel Settembre 2017 l’allora Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, e il Ministro per lo Sport, Luca Lotti, hanno siglato un Protocollo d’intesa che impegna i due Ministeri a collaborare per una sempre maggiore diffusione della pratica sportiva nelle scuole. Il Protocollo, che ha una validità di tre anni, impegna i due Ministeri a:

– promuovere il riconoscimento in ambito scolastico del valore della pratica sportiva;
– collaborare alla realizzazione di progetti, manifestazioni ed eventi per la diffusione e l’ampliamento dello sport a scuola;
– lavorare congiuntamente sulla formazione e l’aggiornamento del personale dirigente e docente;
– incentivare iniziative che diffondano i valori educativi dello sport e del fair play anche come strumento di prevenzione e contrasto del bullismo e del disagio giovanile, per favorire l’adozione dei corretti stili di vita e la diffusione di una cultura del rispetto, per promuovere integrazione e inclusione attraverso lo sport.
Saranno coinvolti istituzioni del terzo settore, il CONI e le Federazioni Sportive.

Riferimenti e link utili:
Format-di-progetto-SCUOLA (file MIUR, in formato Word – modificabile, a uso dei Docenti interessati)
Progetti nella Scuola – CONI
Referente U.S.R. Sicilia
Scuole aperte allo sport (progetto CONI)
Studenti e Sport (pagina MIUR)

Allegati

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi